Commissione selezionatrice dei programmi di ricerca 1998

DECRETO

VISTI i DD.MM. n. 679 e n. 860, rispettivamente del 19.6.97 e del 23.7.97, con i quali è stata nominata la Commissione selezionatrice dei programmi nazionali di ricerca di cui al D.M. n. 320 del 23.4.97;

VISTO il D.M. n. 1451 del 4.12.97, registrato alla Corte dei Conti il 9.12.1997, reg. n.1, fgl. n. 199, che prevede, al punto 3, che la Commissione di cui sopra sia modificata, ogni anno, per almeno due dei suoi componenti;

VISTO il D.M. n. 99 del 4.12.1998 con il quale sono stati designati, con le modifiche di cui al punto precedente, i cinque componenti della Commissione in parola;

VISTA la nota del 2 aprile 1998 con la quale il Prof. Giuseppe TAVANI, nominato membro della Commissione stessa, ha rimesso il proprio incarico;

CONSIDERATO che, a seguito dell'accoglimento di tali dimissioni, si rende necessario procedere alla nomina di un sostituto;

VISTE le liste dei nominativi, all'uopo fornite dal CUN, dalla CRUI e dal CNST, in applicazione di quanto previsto dai citati DD.MM. 320/97 e 1451/97;

DECRETA

Art.1

Il Prof. Giuseppe GIARRIZZO, ordinario di storia moderna alla facoltà di lettere e filosofia dell'Università di Catania, è nominato componente della Commissione selezionatrice dei programmi di ricerca di interesse nazionale 1998, in sostituzione del Prof. Giuseppe TAVANI.

Art.2

La Commissione selezionatrice dei programmi di ricerca 1998 risulta pertanto così composta:

Prof. Carlo CALANDRA BONAURA

Ordinario di struttura della materia - Fac. di Sc. MM.FF.NN., Università di Modena

Prof. Giuseppe GIARRIZZO

Ordinario di storia moderna – Fac.di lettere e filosofia, Università di Catania

Prof. Franco JOVANE

Ordinario di sistemi integrati di produzione - Fac. di Ingegneria, Politecnico di Milano

Jacopo MELDOLESI

Ordinario di farmacologia - Fac. di Medicina e Chirurgia, Università di Milano

Dott. Francesco SILVA

Ordinario di economia aziendale - Fac. di Economia, Libero Istituto C. Cattaneo di Castellanza (VA)

Art.3

I membri della Commissione di valutazione si asterranno dal partecipare alla procedura di assegnazione dei programmi ai revisori anonimi per la relativa valutazione e a tutte le successive, conseguenti e correlate operazioni qualora esistano vincoli di parentela o affinità fino al IV grado con i proponenti i programmi stessi.

Art.4

La Commissione, all'atto dell'insediamento, provvederà autonomamente all'elezione del Presidente e del Segretario.

Art.5

La Commissione fisserà criteri obiettivi per la nomina dei revisori anonimi e per la successiva valutazione, anche in itinere, dei programmi di ricerca da ammettere al cofinanziamento, secondo una lista di priorità ordinata dalla Commissione stessa, comprensiva anche dell'indicazione del costo ammissibile per ciascun progetto.

Art.6

I criteri, i progetti ammessi a cofinanziamento e quant'altro previsto all'art.3 verranno resi pubblici ai sensi della legge 7.8.1990 n. 241.

Roma, 5.5.1998