Informazioni sull'attività del Comitato Garanti

Avvio delle attività del Comitato

Il Comitato ha preliminarmente dovuto svolgere due compiti di cruciale importanza:
a) la predisposizione di un archivio di revisori organizzato per aree e settori disciplinari, nel quale per ogni revisore venissero forniti: qualificazione, ente di appartenenza, classificazione internazionale del settore di ricerca, parole chiave per la definizione più dettagliata delle competenze, recapito di posta elettronica etc;
b) la definizione, di intesa col CINECA, delle modalità di:
Per acquisire i dati sui revisori si è proceduto come segue:

In questo modo è stato possibile costruire, anche se in tempi strettissimi, una base di dati corrispondente a circa 3000 nominativi di possibili revisori.
Per ciò che riguarda la procedura messa in opera per rendere possibile la revisione delle proposte (punto b), si è deciso di articolarla come segue:
  1. primo contatto con il revisore per informarlo via posta elettronica dell'incarico e acquisire la sua accettazione o l'eventuale rifiuto, oltre alla dichiarazione di competenza e di non coinvolgimento nel progetto;
  2. attivazione delle modalità per consentirgli l'accesso via internet al testo della proposta da revisionare;
  3. attivazione della procedura per la compilazione della scheda di valutazione da parte del revisore;
  4. messa in opera di un sistema efficiente per i solleciti ai revisori e gli inoltri sostitutivi di eventuali rifiuti.

Questo sistema completamente telematico è l'unico che permette economicità e tempi di revisione rapidi (non ci sono le incertezze dovute a ritardi postali, è possibile effettuare in tempo reale solleciti ai revisori che tardano a rispondere, non c'è il pericolo che parti del testo della proposta vadano perdute nella trasmissione etc.) mantenendo la necessaria riservatezza.
D'altra parte, essendo pervenuti oltre 1.600 programmi, si tratta anche dell'unico sistema possibile per un così elevato numero di proposte (la sottomissione dei programmi su supporto cartaceo richiederebbe la loro duplicazione con tempi lunghissimi, date le numerose pagine di testo di ogni programma, e renderebbe comunque difficile l'analisi delle oltre 3.000 risposte dei revisori).

Stato della procedura di revisione

Sono formalmente pervenuti 1.644 programmi (comprendenti 10.377 Unità Operative) per un ammontare di richieste di cofinanziamento pari a circa 515 miliardi e un costo complessivo di oltre 1000 miliardi. Tenuto conto che la somma disponibile da parte del MURST è di 150 miliardi, risulta che circa solo un 1/3-1/4 delle richieste potranno essere accolte. L'alto numero delle proposte ha reso particolarmente difficile reperire revisori che fossero allo stesso tempo competenti, disponibili a compiere la revisione (compito in qualche caso di particolare impegno dato l'elevato numero di Unità Operative presente in alcuni programmi) e non coinvolti nel programma in considerazione. Ove possibile si è fatto ricorso ad autorevoli studiosi stranieri, purchè in grado di leggere e interpretare la lingua italiana. Alla data odierna (20 Ottobre) sono stati assegnati a revisori il 95% dei programmi La procedura di revisione ha richiesto tempi più lunghi di quelli inizialmente programmati dal Ministero per i seguenti motivi:

Nonostante queste difficoltà sono state acquisite alla data del 20 Ottobre circa 1000 valutazioni e si prevede di completare la fase di revisione entro la prima decade di Novembre.
Il Comitato si riunirà nella seconda e terza settimana di Novembre per definire le graduatorie relative alle varie aree disciplinari e quella generale e per selezionare le proposte da proporre per il finanziamento.