DIPARTIMENTO AFFARI ECONOMICI - Ufficio III

Prot. n. 1135 del 9.5.1997

AI RETTORI DELLE UNIVERSITÀ
LORO SEDI

OGGETTO: Cofinanziamento del MURST per programmi di ricerca di rilevante interesse nazionale.

    Pur riconoscendo il fattivo ruolo svolto, negli ultimi anni, dai responsabili nazionali dei progetti di ricerca di interesse nazionale ( ex 40% ), nel tentativo di coordinare i vari gruppi locali in un numero più limitato di progetti nazionali, non può non rilevarsi che la dispersione dei ridotti finanziamenti, è tuttora eccessiva; per cui, nelle attuali condizioni della finanza pubblica, è apparso indispensabile predisporre una procedura finalizzata all'ottimizzazione nell'uso delle ridotte risorse a disposizione.
    L'allegato decreto ministeriale n.320 del 23 aprile 1997, registrato dalla Corte dei Conti il 3.5.97, dando completa attuazione alle disposizioni della Legge 537/93, innova profondamente relativamente alle modalità di ripartizione delle risorse statali per la ricerca di rilevante interesse nazionale e le grandi attrezzature scientifiche.
    Con l'attuale provvedimento si intende, tra l'altro, mettere a punto procedure che facciano sempre più riferimento, in linea con le direttive europee, ai "risultati ottenuti" piuttosto che ai pesanti controlli formali di conformità procedurale.

    Nelle more di predisporre una dettagliata nota tecnica sulle modalità attuative del nuovo decreto, appare opportuno fornire alcune preliminari indicazioni certamente utili per l'avvio dei necessari contatti e collegamenti, finalizzati alla organizzazione di programmi nazionali, articolati in unità di ricerca.
    Le linee guida di questa nuova forma di finanziamento per la ricerca scientifica, possono essere sinteticamente riassunte nei seguenti indirizzi e nuove procedure:

    Per quanto attiene alle modalità di presentazione delle domande si sta predisponendo, con il supporto operativo del CINECA, una procedura informatica che ricalcherà quella, già sperimentata lo scorso anno, per le richieste di finanziamento di progetti di ricerca di interesse nazionale (ex 40%). Tale procedura sarà presentata e resa disponibile, ai delegati di ciascuna Istituzione, entro la prima settimana del prossimo mese di giugno. In allegato vengono comunque accluse, per le necessarie attività preliminari, dei facsimile cartacei che riproducono la prevista modulistica informatizzata.

    Al fine di rendere più spedito ed agevole il trasferimento delle informazioni alla Commissione e da questa verso i "revisori anonimi", fin dal corrente anno la presentazione delle domande di finanziamento avverrà esclusivamente attraverso l'uso di INTERNET, con l'apertura di specifico "sito" al quale potranno accedere tutti gli interessati, con le dovute protezioni atte a garantire la riservatezza richiesta.
    Nei casi in cui la possibilità di utilizzo di tale modalità di trasferimento delle informazioni, non fosse disponibile per tutti gli operatori interessati, si invitano le singole amministrazioni, in particolare se sedi del coordinatore scientifico nazionale, a voler predisporre per tempo possibilità di accesso comune, almeno a livello di ateneo, e con il supporto di personale necessario a garantire completa operatività.

IL MINISTRO
(Ft.o Berlinguer)